27/04/2020
Comunicato SINDACO del 27/04/2020 - 28 CASI sul territorio di Olgiate Comasco
Comunicato SINDACO del 27/04/2020 - 28 CASI sul territorio di Olgiate Comasco


Carissimi Olgiatesi, 

Eccomi con un resoconto settimanale della situazione a Olgiate Comasco ad oggi, 27 aprile

Cominciamo subito con le belle notizie: salgono a 3 i GUARITI tra i nostri concittadini e scendono i nuclei familiari in quarantena (oggi solo 2 nuclei per un totale di 7 persone sorvegliate).  
Il numero dei positivi che devono ancora guarire tra i nostri concittadini è 23, a questi vanno aggiunti per avere un quadro generale dei numeri dall’inizio emergenza i 3 guariti e purtroppo i 2 nostri concittadini deceduti, arrivando a 28 totali.
Da questi numeri possiamo notare che rispetto ad una settimana fa il numero dei positivi (non più uno al giorno) ed il numero dei nuclei in quarantena diminuiscono di frequenza, un buon segnale per prepararci alla cosiddetta e tanto attesa fase 2 che porterà ad un gestione diversa e non meno complessa. 

Dopo il discorso del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte appare chiaro che dal 4 maggio si avrà un allentamento di alcune misure (parchi, mercato settimanale, cimitero) e ci sarà una prova di convivenza con il virus (sperando per il tempo più breve possibile). Fermo restando la mia preoccupazione, condivisa con i Sindaci dell’Olgiatese e non solo, che la fase successiva al 4 maggio sarà ugulmente problematica ed andrà gestita con ancora più attenzione di questa. 
Ci potrebbe essere un aumento dei casi di positività e di quarantena poiché tutte le persone che da 2 mesi ormai non escono di casa, se non per estrema necessità, entreranno in contatto le une con le altre. 
Con i tamponi ancora in numero insufficiente e che tardano ad essere effettuati anche agli attuali positivi e sorvegliati, l’attenzione ai nostri comportamenti dovrà rimanere massima e per qualche mese ancora dovremo usare le fastidiose mascherine ed i dispositivi i di protezione. 
 

TEST SIEROLOGICI. 
Un aggiornamento merita il discorso dei test sierologici, per i quali da più parti sono giunti inviti alla massima prudenza (primo fra tutti il Dr. Gianluigi Spata, presidente dell’Ordine dei Medici Lombardi che ho personalmente chiamato) questo non per mancanza di decisionismo, tutt’altro, ma per non instillare false speranze. 
E’ stata assegnata alla ditta Abbot la fornitura dei test sierologici certificati per tutta Italia, test che saranno eseguiti prima di tutto tra i positivi, sorvegliati e tutte le categorie in prima linea e con più rischio.  
Nessun test in ogni caso ad oggi consente di avere quella “patente di immunità” che avrebbe consentito ai lavoratori ed alle ditte di avere qualche certezza in più sullo stato di salute dei loro lavoratori ed ai cittadini di uscire con più sicurezza avendo sviluppato la naturale immunità al virus. 
Vedremo anche noi amministratori quali saranno le modalità di screening su base volontaria per i test, attendendo notizie da Regione Lombardia ed approfondendo quanto sembra ATS stia facendo sul territorio anche dell’olgiatese (sempre senza comunicare..) e  se ci sarà da mettere a disposizione spazi, logistica e risorse non ci tireremo indietro di certo.
 
  
BUONI SPESA. 
Con la consegna di questa mattina, siamo arrivati a circa 200 BUONI SPESA distribuiti ai nostri concittadini beneficiari, variabili da 150,00 a 450,00 in base ai requisiti richiesti, al nucleo familiare ed alla presenza di bimbi, per un valore di circa 55.000,00 euro distribuiti dei 73.000,00 ricevuti dal Governo centrale. 
I BUONI sono spendibili nelle prime 19 attività commerciali (tra generi alimentari, igiene e tutte le Farmacie) che hanno aderito all’iniziativa, ed altre se ne dovrebbero aggiungere. 
 

DONAZIONI  - “Aiutiamoci per Aiutare”! 
Anche la scorsa settimana, come nelle precedenti e come sono sicuro succederà anche nelle prossime, abbiamo ricevuto “atti di reciproco e cortese affetto” da parte di tante attività commerciali che pur vivendo un momento di oggettiva difficoltà non rinunciano mai a pensare al bene della loro Comunità Olgiatese. 
Come Sindaco e cittadino olgiatese sono orgoglioso di ricevere tanta generosità e ci tenevo a ringraziare Stefano Molteni della ditta Autoviemme per aver messo a disposizione in comodato d’uso gratuito alla nostra Protezione Civile Città di Olgiate Comasco un nuovo mezzo che servirà per la consegna delle spese o per il ritiro di materiale o mascherine. 
Ringrazio la pizzeria Roxy Di Biondi Andrea per il dono di 50 schermi protettivi da donare alle nostra casa anziani, polizia locale e protezione civile. 
 

BANCO SOLIDALE. 
In collaborazione con la Caritas Parrocchiale, l’Associazione NOI e le Associazioni cittadine, sarà in allestimento nei prossimi giorni anche il Banco Solidale, così da essere pronti ad aiutare altre famiglie e nuclei famigliari quando saranno terminati i fondi dei BUONI SPESA. 
La prima consegna sarà di acqua ed avverrà grazie alla donazione della DITTA GIOMI Acque di Olgiate Comasco.
 
 
FONDO DI SOLIDARIETA’ - EMERGENZA COVID-19 
Il Comune di Olgiate Comasco ha istituito un conto corrente bancario dedicato alla raccolta fondi che verranno utilizzati per la gestione dell'Emergenza Covid-19 sul territorio comunale. 
L'Iban dedicato è IT29A0521651620000000002948 ed è intestato al Comune di Olgiate Comasco presso il Credito Valtellinese - sede di Olgiate Comasco. 
Effettuando il versamento si consiglia di: 
  • Indicare nella descrizione del bonifico “Erogazione liberale ai sensi dell’art. 66 DL 18 2020 – Emergenza Coronavirus” 
  • Utilizzare sistemi di pagamento tracciabili (no contanti) 
  • Conservare la ricevuta del bonifico per eventuali detrazioni fiscali 
L'Amministrazione Comunale ringrazia tutti coloro che ad oggi, tra cittadini ed amministratori comunali, hanno contribuito per fronteggiare l'emergenza a livello locale, per sostenere i cittadini in difficoltà e per la protezione civile olgiatese.
 

FONDO REGIONALE. 
L’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) ha inviato una nota ufficiale per comunicare la stanziamento da parte di Regione Lombardia di 400 milioni di euro destinati: 
- per 50 milioni alle province 
- per 350 milioni ai 1508 comuni lombardi. 
Le risorse potranno essere utilizzate per opere pubbliche di sviluppo da iniziare entro il 31 ottobre 2020. 
fondi assegnati al Comune di Olgiate Comasco ammontano ad Euro 500.000,00. 

A differenza di quanto fatto dal Governo con i 73.000,00 euro (subito sul conto dei Comuni per i Buoni Spesa), rimaniamo in attesa di capire quanto potrà essere investito nel 2020, quanto nel 2021, su quali opere pubbliche nuove e non inserite nel triennale e per le quali, visti i tempi così stretti (siamo ormai a maggio e l’opera deve iniziare entro ottobre) se ci saranno agevolazioni in termini di scarsa o nulla burocrazia. 
In caso contrario sarà difficile impegnarli, non tanto per le idee (sempre tante) o i progetti (alcuni nel cassetto) da portare avanti ma per la tempistica proibitiva.  
Continuiamo come sempre ad essere fiduciosi. 
 
 
PACCHETTO FAMIGLIA – CONTRIBUTI STRAORDINARI PER LE FAMIGLIE. 
E’ stato approvato da Regione Lombardia il bando per la concessione di contributi alle famiglie che si trovano ad affrontare difficoltà economiche a seguito dell’emergenza Covid-19. 
Sul sito della Regione è possibile verificare i requisiti di ammissione e partecipare al bando. 
 
 
CENTRO DI RACCOLTA. 
Dal 4 maggio si aggiungeranno anche gli ingrombranti, il legno ed il ferro alla porzione del verde che è già possibile conferire al CENTRO DI RACCOLTA. 
L'accesso sarà ancora su prenotazione da effettuarsi tramite: 
mail, all'indirizzo: ambiente.qualita@turcatoservizi.it 
al numero 800 034 469 della Ditta Turcato, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 11.30.  
 

EMERGENZA COVID-19. I SERVIZI del Comune di Olgiate Comasco.
Per tutti, in particolare per le persone anziane e per quanti si trovano in quarantena rimangono sempre attivi i servizi di: 
  • SPESA settimanale, gestita dalla PROTEZIONE CIVILE direttamente contattando il numero 349/3945227 il LUNEDI’ ed il GIOVEDI’ dalle 9.00 alle 12.00. La spesa sarà consegnata il martedì ed il venerdì. 
  • CONSEGNA FARMACI a DOMICILIO – 031946400. Il SOS di OLGIATE COMASCO continuerà a garantire la consegna a tutti gli over 65 con disabilità, immunodepressi, soli o affetti da patologie e per le Famiglie in quarantena da Corona Virus dei Farmaci, per i quali si stanno attivando anche le Farmacie Olgiatesi  
 
  
MASCHERINE di Regione Lombardia consegnate dalla Protezione Civile. 
Da quanto appreso dal Governo sarà definito un prezzo calmierato di 50 centesimi per le mascherine chirurgiche ed a tal proposito, sono arrivate tramite la Protezione Civile alla Città di Olgiate Comasco altre 2000 mascherine chirurgiche di Regione Lombardia che si aggiungono alle 3.700 arrivate la scorsa settimana ed alle 2.000 acquistate direttamente dal Comune di Olgiate che saranno oggetto di un’altra distribuzione alla popolazione per fasce di età inferiori alla prima distribuzione già fatta agli over 65. 
 
 
“VOLONTARI CIVICI”. 
E’ motivo di orgoglio per tutta la comunità il fatto che continuino ad arrivare le domande per svolgere il servizio come VOLONTARI CIVICI siamo infatti a 16 + 13 dei nostri ragazzi più giovani legati all’ambito parrocchiale 
Sul sito del Comune di Olgiate è sempre possibile scaricare la domanda per dare il proprio contributo in questa emergenza Specificando nella DOMANDA “EMERGENZA COVIC-19”: così si attiverà uno status di “Volontario Temporaneo” per la spesa/consegna farmaci o altre azioni strettamente legate all’emergenza, ma coperti dall’assicurazione comunale. 
http://www.comune.olgiate-comasco.co.it/dettagli.aspx?c=2&sc=50&id=81&tbl=contenuti 
(A fine emergenza, per continuare a far parte dell’elenco servirà sottoporsi a visita medica). 
 

NEGOZI A CASA TUA -  ELENCO DELIVERY. 
In collaborazione con la Commissione Comunale al Commercio è stata aggiornata la pagina dei "NEGOZI A CASA TUA" con tutte le attività aperte e la maggior parte delle quali con la consegna a domicilio. 
Sarà aggiunta anche una parte relativa ai banchi del nostro  mercato settimanale di prossima ripartenza ( 6 maggio per i soli banchi alimentari) e dei produttori agricoli di SLOW FOOD COMO con i quali sarebbe dovuto partire il mercato OLGIATE@TERRA ad aprile. 
 

NUMERI IN PROVINCIA di COMO. 
I numeri possono aiutare a far capire la situazione in Provincia di Como (600.190 abitanti): 
dal 28 febbraio quando abbiamo avuto il primo caso sono risultati positivi 3.025 Cittadini con un altro +83 di ieri, secondi per numeri di nuovi positivi dopo Milano!! 
 
Stiamo vivendo un momento mai vissuto da nessuno a partire dal sottoscritto: nessun Sindaco prima di me si è trovato ad affrontare un’emergenza di questo tipo ed auguro sinceramente a chi verrà dopo di non doverla vivere o gestire nuovamente: dalla domenica 23 febbraio per tutti noi è cambiato il mondo. 
Oggi come non mai dobbiamo affrontare il momento uniti, lavorando assieme come una comunità coesa (anche perché lo siamo), collaborando  gli uni con gli altri ed aiutandoci senza perdersi in inutili recriminazioni o sottolineature: tornerà il tempo per parlare dei buchi nelle strade o dell’erba alta sui marciapiedi, ma di fronte alle famiglie che soffrono e che non possono celebrare i propri defunti non è proprio questo il momento. 

Dal 4 maggio oltre a tanta pazienza mista ad un certa delusione per le misure che ancora ci impongono limitazioni delle libertà e che soprattutto non hanno pensato ancora una volta ai bambini ed ai ragazzi, gli unici soggetti che in questi due mesi hanno sopportato con un invidiabile silenzio, forse rassegnazione, le misure e sui quali dovremo riversare le nostre attenzioni appena sarà possibile allentare e di molto le restrizioni.

Dal 4 maggio il nostro senso di responsabilità dovrà continuare ad essere mantenuto a livelli alti, ma dobbiamo guardare avanti perché così ed indietro NON possiamo più tornare, pena la fine della tenuta sociale.
Sarebbe stato importante consentire i liberi spostamenti almeno all’interno del proprio Comune, con le tutte attività riaperte, così da dare anche ai commercianti la possibilità di ripartire (con le dovute precauzioni) ad incassare soldi veri. 

 
Il vostro Sindaco, 
Simone Moretti